I Lions e la comunicazione o Comunicare per servire

Comunicare e comunicare bene, da sempre elemento fondamentale per i Lions.

Il primo atto che compì Melvin Jones nel 1917 per portare a fondo il  suo sogno, fu quello di scrivere una lettera a tutti i Club di Chicago proponendo loro di costituire un’ Associazione a servizio delle comunità e come primo della neonata L.C.I. fu la Prima Rivista (1918).

Lasciare documento di quando è stato fatto ad uso di chi dopo di noi verrà….primo elemento di continuità e prosperità, elemento fondamentale in un rapporto sociale qualsiasi, determinante in Associazioni come la nostra dove la discontinuità negli incarichi deve coniugarsi con la continuità del SERVIRE E DEL FARE.

Trascorso un Secolo, nel quale la comunicazione ha assunto rapporti di velocità siderali, dove i nuovi strumenti tecnici stanno condizionando il nostro stesso pensiero nonchè il nostro stile e modo di vivere, è quindi vitale per tutti noi Lions comunicare fra noi, con noi, per noi, ma soprattutto per la nostra stessa esistenza.

Al di là dei nuovi strumenti tecnici (la rete su tutto) o vecchi (l’amata rivista cartacea) resta il fatto che il comunicare impone sempre obiettivi precisi: come, a chi e cosa.

Sul cosa penso non ci siano dubbi essendo tutti noi volontari dediti al Servizo mentre il come resta vincolato al “a chi”.

Ma al di là di tutto non perdiamo di vista che prima di comunicare resta primario ASCOLTARE per capire, per comprendere e comprendere per capire.

Ascoltare in silenzio, il silenzio della gente che ha bisogno, il silenzio dei giovani che dietro l’esuberanza dell’età spesso nascondono le proprie difficoltà esistenziali, il silenzio di quei soci che hanno perso voglia e smalto, il silenzio di quei soci che si credono padroni dell’ Associazione, ecc.

Spesso la necessità di servizio è molto più vicina a noi di quello che pensiamo, il primo Service per l’Associazione è forse quello più facilmente attuabile: Comunicare fra noi e per noi.

Comunicare il nostro entusiasmo e la nostra passione, ascoltare le nostre comunità per capire dove è più necessario il nostro lavoro, coinvolgere soci (e non) nelle nostre attività, allargare i nostri Club alle idee di tutti, stabilire una fonte di linguaggio unica e comune che ci distingua per quelli che siamo: LIONS.

 

Share Button