Storia del MD 108 Italy

Nel congresso di Rapallo del 1959, otto anni dopo la nascita del primo club italiano, viene votata ed approvata la suddivisione del distretto Italy (che diventa così Multidistretto 108 Italy) in 5 distretti a cui vengono assegnate le 5 lettere che ompongono la parola ITALY.

Il numero “108” fu assegnato all’Italia perché il nostro paese è l’ottavo nato in Europa. La Svezia che ospitò con Stoccolma il primo club europeo ha il numero 101, la Svizzera il 102 e cosi via.

  1. 108 I – Liguria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta
  2. 108 T – Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia ed Emilia
  3. 108 A – Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia
  4. 108 L – Toscana, Lazio, Umbria, Sardegna
  5. 108 Y – Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia

 

Negli anni novanta, con la crescita dei club, i distretti diventano 17.

 

Il nostro distretto di origine, il 108 I, si trasforma in 7 distretti:

  1. 108 Ia1 – Piemonte settentrionale e Valle d’Aosta
  2. 108 Ia2 – Piemonte sud-est e Liguria est
  3. 108 Ia3 – Piemonte sud-ovest e Liguria ovest
  4. 108 Ib1 – Lombardia settentrionale
  5. 108 Ib2 – Lombardia centrale
  6. 108 Ib3 – Lombardia Sud Occidentale
  7. 108 Ib4 – provincia di Milano

 

Il regolamento internazionale stabilisce che ogni Multidistretto (che spesso troviamo abbreviato con MD) deve darsi un proprio statuto e regolamento e deve essere gestito per mezzo di un organo chiamato il Consiglio dei Governatori.

Il Consiglio dei governatori è costituito dai 17 Governatori in carica (quindi cambia ogni anno) e nomina un proprio Presidente che sia un Past Governatore Distrettuale in carica “al
momento dell’inizio dell’incarico”.

I poteri del Consiglio dei Governatori, contenuti nel regolamento internazionale sono, in sintesi, i seguenti: dirigere gli affari del multidistretto, scegliere gli officer, amministrare i fondi, autorizzare le spese, oltre ad esercitare le funzioni amministrative previste nello statuto del MD.

 

Share Button